News

tessuto abito sartoriale

Scelta dei tessuti per l’abito sartoriale: alcuni consigli

Il vantaggio di realizzare un abito su misura è quello di poter scegliere ogni singolo dettaglio del proprio vestito, dalla forma alle misure, dalle decorazioni ai colori, fino alla scelta del tessuto.

Proprio su questo punto ci focalizzeremo oggi, per vedere qual è il tessuto migliore per ogni tipo di abito, utilizzo, stagionalità, qualità e come “cade” su ogni corpo.

A differenza di quanto si possa pensare, un buon sarto vorrà scegliere prima il tessuto, e poi la forma dell’abito.

Questo perché ogni filato ha una resa diversa nella cucitura, si adatta in maniera unica al corpo, ha un peso differente che incide sulla sua stagionalità e può essere quindi utilizzato al meglio in occasioni specifiche, dando vita a vestiti molto diversi.

Il tessuto è il vero cuore pulsante dell’abito di sartoria.

Il principio di tutto, potremmo dire, che influenza ogni scelta e ogni dettaglio fino al raggiungimento del perfetto abito sartoriale.

Se si vogliono utilizzare solo fibre naturali, la scelta deve ricadere necessariamente sulle uniche tre fibre già esistenti in natura: cotone, cashmere e lana.

Il cotone è un tessuto traspirante, ed è quindi perfetto per un uomo sempre in movimento, impegnato, che passa da temperature esterne fredde a temperature interne calde. È consigliato soprattutto in estate, ma anche per la stagione invernale è possibile avere un abito in cotone più pesante.

Il cashmere è un tessuto derivato dalla lana e lavorato per essere estremamente fine. La sua dimensione lo rende morbido al tatto e molto pregiato, adatto per le occasioni importanti, ricevimenti, grandi eventi in cui bisogna presenziare con un dress code adeguato.

La lana è, tra i tre tessuti naturali, quello più pesante. Adatto alla temperatura invernale, permette una grande personalizzazione di forme e varianti, passando così da completi formali a tweed più casual e giovanili.

Altro criterio importante da valutare nella scelta del tessuto è il colore, che può seguire la moda del momento o rifarsi ai grandi e intramontabili classici.

Ciò dipende sia dall’evento che al carattere di chi lo indossa: un uomo eccentrico può scegliere fantasie moderne che attirano più facilmente lo sguardo, mentre chi non vuole rinunciare alla più austera eleganza può convenire su un colore neutro o pastello.

La scelta del tessuto è, sicuramente, uno di quegli step nella creazione dell’abito sartoriale che richiede una conoscenza profonda e un occhio attento. I sarti della Sartoria Crimi sono sempre pronti a valutare la migliore opzione per ogni cliente.