pantaloni sartoriali - orlo

Dettagli di stile: l’orlo dei pantaloni

All’apparenza un dettaglio insignificante, una necessità per raggiungere la lunghezza giusta dei pantaloni da uomo. Nella realtà, l’orlo dei pantaloni ha una dimensione, una forma e uno stile che, se si discosta anche solo qualche millimetro dalla perfezione, può cambiare totalmente un look da elegante a trascurato.

L’orlo dei pantaloni segue delle regole ben precise.

Serve ad accorciare pantaloni troppo lunghi o a creare un dettaglio ottico capace di definire uno stile già da solo. Quello che conta è non esagerare con i centimetri del risvolto, né in eccesso, né in difetto. Abbiamo visto, negli ultimi anni, una moda sempre più convinta dei suoi risvoltini esagerati, che lasciano scoperti calzini e caviglie perdendo il naturale fascino della continuità tra il pantalone e la scarpa.

Si tratta di una scelta ben precisa, per un pubblico giovanile e modaiolo, forse un po’ ribelle e scanzonato; ma di certo non definisce quell’allure maschile e professionale che si ricerca in un paio di pantaloni eleganti, come quelli di un abito da cerimonia o di uno smoking per eventi importanti.

Tipologie

Distinguiamo allora quattro tipi di orlo dei pantaloni, che afferiscono a diverse epoche storiche e dimostrano come la moda maschile sia cambiata nel tempo:

  • orlo alto alla caviglia: il calzino è scoperto, il pantalone e la scarpa non si toccano, il risvolto può essere mostrato, ma non è necessario. Una comodità che arriva dagli anni ‘60, di solito abbinata a cravattini stretti per un look, nel complesso, slim;
  • orlo perfetto: è il classico orlo sartoriale. Realizzato con metro alla mano per far sì che l’orlo del pantalone e la parte più alta della scarpa si sfiorino appena. Richiede una precisione impercettibile ma fondamentale, sinonimo di grande ricercatezza dei particolari e cura dei dettagli;
  • orlo medio: il pantalone scende di pochi centimetri sul collo della scarpa, adatta solo ad abiti dalla vestibilità ampia, per corporature più robuste. Il risvolto è, in questo caso, assolutamente da evitare: accorcia l’altezza e rischia di far sembrare più tozzi;
  • orlo lungo: la scarpa è quasi del tutto coperta dal pantalone, sia in presenza di risvolto visibile, sia in sua assenza. L’orlo così lungo è ben lontano dalla raffinatezza dell’orlo perfetto. E’ quindi una scelta di stile accettabile solo se molto giovani, o con jeans casual, o per caratteri molto forti e ribelli che mostrano la loro natura con questi outfit controcorrente.

Vuoi saperne di più su questo argomento?