mohair

Mohair, una lana speciale

La lana di Mohair è forse una delle lane meno famose in Italia, ma resta, per i tessitori e i sarti, un fiore all’occhiello di ogni collezione invernale, proprio grazie alle proprietà peculiari di questa fibra naturale.

La lana di Mohair è ottenuta dalla lavorazione del pelo delle capre d’Angora, sia giovani che anziane. Non va confuso però con la lana di Angora, quest’ultima ottenuta dalla lavorazione del pelo del coniglio delle stesse zone.

La capra d’Angora condivide i natali con il markhor, una capra dell’Asia Centrale, molto vicina geneticamente alle capre da cui deriva il cashmere; le due lane hanno caratteristiche effettivamente simili, anche se il cashmere ha una leggerezza maggiore che lo rende ancora più pregiato della lana di Mohair.

Mohair: caratteristiche

Il pelo della capra d’Angora si distingue per alcune proprietà in particolare:

  • resistenza all’usura: il vello del Mohair ha un’altissima durabilità, il che lo rende indicato per tappezzerie, tappeti e tende;
  • brillantezza: è il pregio più importante di questa lana, la cui capacità di riflettere la luce viene sfruttata anche in aggiunta ad altre lane più opache, per dar loro risalto;
  • elasticità: la lana di Mohair figura facilmente tra le più elastiche, motivo per il quale è scelta per realizzare capi ingualcibili e resistenti all’infeltrimento;
  • assorbimento del colore: la sua fibra si tinge facilmente e trattiene ogni tipo di colorazione;
  • isolamento termico: è un ottimo isolante della temperatura sia in inverno che in estate.

Come lana per abiti da uomo, tuttavia, la fibra di Mohair è utilizzata soprattutto in inverno. Questa scelta deriva dal peso del tessuto, la cui grammatura supera quasi per 3 volte quella del cashmere e raddoppia quella della lana.

Se si volesse utilizzare la lana di Mohair per abiti da uomo estivi, è opportuno scegliere la qualità più fine e leggera, quella del Kid Mohair, in cui l’agnellino ha al massimo dieci mesi di vita.

Vuoi saperne di più su questo argomento?