Tight sposo

Tight e mezzo tight per lo sposo

Cosa afferma il galateo sul tight e mezzo tight per lo sposo

La scelta l’abito non è di vitale importanza solamente per la sposa ma anche lo sposo deve trovare il vestito perfetto da indossare nel giorno considerato il più importante della sua vita: quello del matrimonio.
Naturalmente al centro dell’attenzione vi sarà soprattutto la sposa ma lo sposo non deve mai rischiare di passare inosservato oppure finire per essere confuso con il resto degli invitati.
Nonostante questo però il galateo per lui prevede solamente semplici regole per quanto concerne la scelta dell’abito ideale.
Nello specifico il completo indossato dovrà venire abbinato non soltanto con il tono e lo stile della cerimonia ma anche con il vestito dalla futura sposa.
Il dress code maschile infatti rispetto a quello femminile, si presenta molto modesto. L’uomo non deve d’altronde adattarsi alla moda passeggera ma dovrà soffermarsi sui classici intramontabili per questo lieto evento.
La regola principale che dovrà venire rispettata dallo sposo si concentra solamente sui dettagli del matrimonio e in particolar modo sull’orario.
Nel caso in cui la cerimonia si dovesse tenere di giorno in un luogo di culto come la chiesa, gli abiti più indicati sono sicuramente il tigh e il mezzo tight. Al contrario se il matrimonio avverrà di sera o tardo pomeriggio, il vestito giusto sarà il Frac.

Cos’è il tight

Il tight viene visto come un abito tradizionale dal taglio super elegante e raffinato e per questo si sposa alla perfezione con un matrimonio dallo stile classico.
Il vestito in questione però dovrà venire indossato esclusivamente di giorno e non dopo le ore 18:00 per l’Italia e le 16:30 per il Regno Unito.
Chiamato più comunemente morning dress, il tight è composto precisamente da tre pezzi: giacca, pantaloni e gillet.
La giacca di solito dal colore grigio antracite o nero, presenta un solo bottone oltre che una linea allungata che si restringe fino a formare una coda di rondine. I pantaloni confezionati solamente a righe hanno un taglio dritto e non presentano il risvolto.
Il gillet infine, può essere a monopetto con cinque bottoni oppure a doppiopetto con uno scollo basso.

Come abbinare il tight

Il tight per essere abbinato nel modo migliore deve essere composto da una camicia bianca, colletto rigido e polsino da gemelli. Il tutto dovrà poi venire combinato con delle scarpe nere stringate per rendere l’intero outfit un vero e proprio fiore all’occhiello.
La tradizione inoltre vuole che il tight venga accompagnato con un particolare tipo di cravatta conosciuto come sciarpa da caccia o più tecnicamente plastron.
Nel caso in cui lo sposo scegliesse di indossare il tight, il completo dovrà essere sfoggiato a sua volta dai padri degli sposi e dei testimoni.
La stessa regola vale per il mezzo tight, conosciuta per essere la versione più corta del vestito tradizionale. Questa formulazione risulta perfetta per tutti quei matrimoni dal taglio meno formale ma allo stesso tempo elegante che vengono celebrati prima delle 18:00.
Una volta aver capito come indossare o abbinare il tight non resta che selezionare il resto dell’outfit.
Naturalmente ogni vestito dovrà risultare in linea con la personalità e i gusti del singolo sposo. Con il tight il futuro marito riuscirà a fare una bellissima impressione e a risultare particolarmente elegante, non soltanto nei confronti degli invitati ma soprattutto verso la sua sposa.

Vuoi saperne di più su questo argomento?