Camicia buttodown

Camicia buttodown: storia e origine

Nel mondo della moda esistono capi must-have a cui è veramente difficile rinunciare.
Probabilmente perché certi capi sono intramontabili e non smettono mai di affascinare chi li indossa e chi li osserva.

Uno di questi articoli è la camicia buttodown.

Camicia Buttodown – Cos’è?

La camicia button-down, è una camicia nata per soddisfare le personalità più dinamiche e sportive.
Questo capo d’abbigliamento nasce alla fine del XIX secolo, quando John E Brooks in visita in Inghilterra notò che i colletti dei giocatori di polo tendevano a svolazzare all’aria, ostacolando la visuale.
Ecco quindi che portò notizia suo nonno, proprietario di un’azienda e nel 1896 Brooks Brothers introdusse la camicia button-down.
Non a caso tutt’oggi le camicie di questo brand riportano la scritta The Original Polo Shirt, proprio perché furono le prime ad essere inventate.

Tale modello di camicia prese campo non solo tra i giocatori di polo, ma anche tra quelli di tennis.
In questo modo il passaparola creato tra le persone, portò questo capo di abbigliamento a rientrare tra quelli più venduti dell’intero periodo.

Le camicie buttodown quindi hanno la caratteristica di avere gli angoli dei colletti ben fissati alla camicia, attraverso dei piccolo bottoncini.

Negli anni a seguire, furono molte le aziende di moda a lanciare diverse versioni, ma tutte ispirate a quelle di Brooks Brothers.

Camicia buttodown – Gli abbinamenti

Gli abbinamenti che si possono fare con una camicia buttodown sono veramente molteplici, in quanto è perfetta non solo in outfit formali ed eleganti, ma anche in occasioni più sbarazzine e bisognose di un abbigliamento alla mano e casual.

Solitamente le camicie vengono indossate sotto giacche o blazer, quando si desidera assumere un aspetto più impostato, dando libera scelta sulla parte inferiore del corpo che può essere coperta addirittura con un jeans ed un mocassino.

Chi desidera invece rimanere più sportivo, può abbinare la camicia buttodown ad un semplice pantalone skinny, regual o con il taglio all’inglese e ad una sneakers.

Camicie buttodown – Non tutti i colletti sono uguali

Esistono varie tipologie di camicie buttodown, e differiscono tra di loro per la forma e la grandezza del colletto.
Il modello classico, ha le punte del colletto lunghe all’incirca 9 cm e la parte posteriore è alta intorno ai 4 cm scarsi.
I colletti dei modelli bassi invece, hanno una lunghezza delle punte di circa 7 cm e l’altezza del collo di dietro di 3 cm.
La camicia buttodown alta, più ricercata ed estremamente elegante invece, ha un’altezza del collo intorno ai 9 cm.
Per chi ha un collo molto slanciato invece, è perfetta la camicia buttodown a due bottoni, dove l’altezza posteriore è di circa 4,5 cm.

Come si potrà ben notare dalla descrizione fatta, la camicia buttodown necessita di essere acquistate da professionisti del settore, specialmente se è la prima volta che ne compriamo una.
Solo un personale competente saprà aiutarci a soddisfare le nostre esigenze.

Vuoi saperne di più su questo argomento?