News

abito sartoriale - sartoria crimi

L’abito sartoriale, l’importanza della cura dei dettagli

L’abito sartoriale è il capo elegante per eccellenza. È necessario, però, che l’abito sia realizzato nel migliore dei modi e sia appropriato ad occasione d’uso e momento della giornata.

Il sarto ha il compito di interpretare al meglio lo stile di chi dovrà indossare l’abito. Il capo deve rappresentare al meglio l’estro e la personalità di chi lo indossa. Ogni dettaglio concorre in modo unico alla buona riuscita del capo.

La linea dell’abito deve valorizzare la figura, minimizzando i difetti e valorizzando i punti di forza. Non deve mai impedire alcun tipo movimento. Proprio per questa ragione, il sarto non si limita a prendere le misure standard, ma prende nota anche della postura e di ogni dettaglio della fisicità del cliente.

Tra i tanti dettagli da curare nella costruzione dell’abito, la manica della giacca deve lasciare intravedere sempre il polsino della camicia, sul torace la giacca deve essere abbastanza larga da permettere di abbottonarla anche quando ci si siede, il davanti della giacca non deve mai formare delle pieghe ad X, causate da una giacca tropo stretta.

Anche il colore gioca un importante ruolo. Non tutti i colori, infatti, sono adatti a tutte le situazioni e a tutte le stagioni. Ci sono dei colori che vanno utilizzati preferibilmente in estate o in contesti informali, mentre altri particolarmente adatti a situazioni molto formali o in ambito lavorativo.

Tradizionalmente i colori scelti per gli abiti formali o ambienti business sono blu scuro, nero, grigio chiaro o grigio antracite. Alla scelta del colore non può essere non associata la scelta del tessuto, legata alla stagione e, soprattutto, all’occasione d’uso dell’abito. Gli abiti più diffusi prevedono la giacca monopetto, solitamente con 2 bottoni di cui va allacciato solo il bottone superiore e talvolta con tre bottoni con il bottone centrale chiuso, o la giacca doppiopetto con spacchi laterali.
Il capo su misura prende in considerazione moltissimi dettagli solitamente ignorati nella grande distribuzione.

L’abito su misura viene realizzato partendo esattamente dalle caratteristiche di chi dovrà indossarlo. È studiato per essere perfetto all’indosso e, soprattutto, per permettere a chi lo indosserà di apparire al mondo così come desidera. L’abito, infatti, deve rappresentare lo stile di chi lo indossa, deve parlare di lui e lo deve fare attraverso ogni dettaglio che nel complesso renderà unico l’abito.
Il sarto ha il compito di interpretare tutto ciò e trasferirlo dalla mente alla materia. La stoffa viene plasmata ed acquisisce valore aggiuntivo ed una storia irripetibile grazie al lavoro del sarto-artigiano che trasferisce conoscenze, abilità e passione nella sua creazione.

Non si tratta di scegliere un abito da adattare al proprio estro e al proprio fisico. In sartoria il processo è esattamente all’opposto. Si parte sempre dall’uomo ed è l’abito che viene realizzato e plasmato sul corpo dell’uomo e sulla sua personalità. Cliente e sarto collaborano insieme nella realizzazione del capo. In questo modo la realizzazione di un abito sartoriale non è più solo un acquisto, ma una vera e propria esperienza.

Comments

comments

Leave a Reply