News

tessuto

La scelta del tessuto, fase fondamentale per la realizzazione di un abito sartoriale

La realizzazione di un abito sartoriale richiede la massima cura per ogni più piccolo dettaglio. Tra i vari particolari che non possono essere tralasciati vi è indubbiamente la scelta del tessuto.

Il tessuto rappresenta il punto di partenza dell’abito sartoriale. Molto dipende dalla sua corretta selezione. Stile e struttura del capo dipendono in gran parte da questa scelta. Selezionato il tessuto più adatto, il sarto lo plasma e lo trasforma nel progetto che desidera realizzare.

La scelta del tessuto rivela lo stile di chi deve indossare l’abito e ne condiziona in modo inevitabile la vestibilità. Al sarto toccherà poi dare un’anima al tessuto, trasformandolo nella rappresentazione del modello stilistico che si vuol raccontare.
I migliori tessuti, siano essi adatti per la stagione invernale o per quella estiva, sono sempre traspiranti, comodi e devono scivolare sul corpo, evitando la sensazione di un peso da portare in giro. Al tatto devono essere piacevoli, trasferendo una sensazione gradevole sia per i tessuti estivi che per quelli invernali.

Se la stoffa non ha in sé queste caratteristiche difficilmente il sarto riuscirà a realizzare un capo che valorizzi il corpo di chi lo indossa, accompagno la silhouette ed assecondandone tutti i movimenti.
Ogni capo ed ogni occasione d’uso ha il suo tessuto specifico che meglio si adatta alle esigenze peculiari. Un tessuto scelto per abito da cerimonia deve esser differente da quello per le occasioni lavorative.

Un abito sartoriale realizzato con un tessuto di grande qualità durerà a lungo, superando indenne le prove del tempo e dell’usura da utilizzo. Nella nostra sartoria utilizziamo da sempre tessuti di primissima qualità e rigorosamente di fibre naturali. Siamo consapevoli, infatti, che solo i migliori tessuti siano in grado di rispondere perfettamente alle esigenze di lavorazione di una sartoria.

Tra le tante caratteristiche di un tessuto particolare attenzione va riservata al peso e all’armatura.

Il peso del tessuto
Il peso della stoffa viene calcolato in grammi. Solitamente il peso varia da 230 gr. nelle stoffe per abiti estivi a 800 gr. nelle stoffe per abiti invernali. In linea di massima il tessuto più pesante cade meglio e tiene maggiormente la piega che gli vuol dare il sarto.

Armatura
L’armatura è lo schema che determina il modo di intrecciarsi dei fili di ordito con quelli della trama. È l’armatura a definire il tipo di tessuto ottenuto dalla tessitura. L’armatura a tela è quella più semplice e si ottiene inserendo fili di trama alternati su quelli di ordito. Questo permette di avere un diritto ed un rovescio uguali. L’armatura a batavia, invece, è quella più diffusa per l’abbigliamento maschile. Anche in questo caso il diritto sarà uguale al rovescio, ma con un effetto diagonale. I tessuti con questo particolare tipo di armatura risultato piuttosto flessibili. Tra i tessuti con armatura a batavia vi sono la grisaglia ed il principe di Galles. L’armatura a saia si distingue per le linee diagonali con il diritto diverso dal rovescio. I tessuti con l’armatura a saia si adattano molto bene al movimento anche se realizzati con materiali pesanti. Per questo motivo vengono utilizzati spesso per abiti sportivi o invernali. Tra i tessuti con armatura a saia vi sono il tweed ed il tartan.

Comments

comments

Leave a Reply